La tua dieta personalizzata

I test

Il nutrizionista

Chi è il nutrizionista?

Il nutrizionista è colui che può prescrivere una dieta personalizzata, un percorso di educazione alimentare.
É un professionista della Nutrizione in grado di determinare scientificamente i fabbisogni nutritivi ed energetici di ogni individuo in base a criteri soggettivi e personalizzati.
É in grado di realizzare un piano dietetico nutrizionale elaborato sulla persona indicando un corretto percorso per recuperare il peso forma naturale, tramite una buona educazione alimentare e uno stile di vita più salutare volto al benessere dell’individuo.

 

Chi si rivolge al nutrizionista?

sottopeso, sovrappeso ed obesità
riequilibrio ed educazione nutrizionale in soggetti con particolari condizioni fisiopatologiche accertate: ipertensione, rischio cardiovascolare, diabete, dislipidemie, sindromi da carenza vitaminica e minerale
indicazioni nutrizionali per migliorare gonfiore addominale, reflusso gastrico, stitichezza o diarrea, gastrite, colon irritabile
indicazioni nutrizionali per la reintegrazione di carenze vitaminiche e di minerali
indicazioni nutrizionali in gravidanza, allattamento e menopausa
indicazioni nutrizionali nel bambino e nell’adolescente
indicazioni nutrizionali nella terza età
indicazioni nutrizionali per lo sportivo agonista e non
allergie alimentari (diete di esclusione) previa documentata diagnosi clinica dello specialista
intolleranze alimentari (diete di rotazione, test di intolleranze) previa documentata diagnosi clinica dello specialista
riabilitazione e terapia nutrizionale integrata con psicoterapeuta per dare supporto nei disturbi del comportamento

Dove ricevo

Studio Alfa

Viale Amendola 90, Reggiolo
Giovedì 14.00 – 19.00

Chiama 347 8284727

Blu Medica

Viale Gramsci 347/d Mirandola
Mercoledì 14.30 – 18.30

Chiama 0535/27756

Studio Novi di Modena

Via Fratelli Rosselli 39, Novi di Modena
Su appuntamento

Chiama 347 8284727

Ospedale di Gonzaga

Via dei Barberi, 1 – Gonzaga
Venerdì

Chiama 0376/528660

Fisiana

Via Livello, 1/a Rolo
Lunedì 14.00 alle 19.00

Chiama 0522/666202

Rehadu

Via Leonardo da Vinci 16 b/c, Carpi
Lunedì su appuntamento

Chiama 059/9110334

News ed articoli

segue da articolo precedente

Pediatri: contro l’obesità cereali e legumi a scuola

I cereali sono un pasto nutrizionale completo, che vanno uniti alle proteine dei legumi, che rappresentano una valida alternativa a quelle animali. Inoltre, con la presenza sempre maggiore di bambini stranieri e di etnie diverse, ”è necessario un approccio transculturale. Vanno quindi proposti cibi di altre etnie e culture, come ad esempio cereali diversi, sempre però rispettando i principi della dieta mediterranea”. Le regole generali dell’alimentazione si basano dunque sempre sugli stessi principi, sia che si tratti di infanti e bambini piccoli, che di quelli più cresciuti, quindi anche in ambito scolastico. ”Bisogna limitare al massimo – conclude Corsello – il consumo di succhi di frutta e bevande gassate e zuccherate,
cosi’ usato con parsimonia il sale e lo zucchero”.

www.nutrieprevieni.it
... See MoreSee Less

Vedi su Facebook

segue da articolo precedente...
Pediatri: contro l’obesità cereali e legumi a scuola
”La ristorazione scolastica – spiega – deve essere coerente con i principi nutrizionali, è un’occasione per instaurare abitudini all’insegna della salute, un importante momento educativo”. Dunque non è solo l’alimentazione dei primi 1000 giorni di vita quella fondamentale per educare il bambino al gusto di sapori e cibi diversi, ma anche quella successiva, che si prova appunto a scuola. ”Anche nei bambini di età scolare – continua – deve esserci l’adesione ai principi della dieta mediterranea, che si articola in 5 momenti della giornata, tra cui lo spuntino a metà mattina, che dovrebbe essere a base di frutta, ricca di fibre e minerali”. La ristorazione scolastica è quindi importante non solo ”dal punto di vista nutrizionale, ma anche educativo – prosegue Corsello – e deve essere un’occasione per promuovere il consumo di frutta e verdura. In particolare, dovrebbe poi introdurre cereali e legumi, questi ultimi almeno 3 volte a settimana, utili a ridurre il rischio di sovrappeso e obesità”.

www.nutrieprevnieni.it
... See MoreSee Less

Vedi su Facebook

Pediatri: contro l’obesità cereali e legumi a scuola
ALIMENTAZIONE & NUTRIZIONE

Il cibo offerto nelle mense scolastiche non deve solo servire a ‘sfamare’ e nutrire i bambini, ma anche educarli ad un’alimentazione sana, per sviluppare una buona cultura della salute. Cereali e legumi devono essere alcuni degli alimenti base da introdurre nella dieta scolastica, per prevenire e combattere obesità e sovrappeso fin dall’infanzia. Ne è convinto Giovanni Corsello, Presidente della Società italiana di pediatria (Sip).

www.nutrieprevieni.it
... See MoreSee Less

Vedi su Facebook

segue da articolo precedente

Spermidina in legumi, cereali e formaggi allunga la vita e protegge il cuore

In questo nuovo lavoro gli esperti hanno aggiunto spermidina all’acqua dei topi, iniziando una integrazione dietetica quando i topi erano già adulti, con un’età corrispondente ai 45-50 anni dell’uomo. Si è visto anche che la spermidina allunga la vita degli animali e mostra effetti cardioprotettivi, aumentando anche la funzionalità del cuore in topi anziani.

Infine gli esperti hanno stimato la quantità di spermidina nella dieta di circa 800 persone e osservato che a consumi più elevati di questo nutriente corrisponde un minor rischio di insufficienza cardiaca e altre malattie cardiovascolari e un minor rischio di pressione alta, specie tra i maschi. Ci sono insomma tutti i presupposti, concludono gli autori, per allestire studi clinici più rigorosi per studiare l’azione di questo composto.

www.nutrieprevieni.it
... See MoreSee Less

Vedi su Facebook

Spermidina in legumi, cereali e formaggi allunga la vita e protegge il cuore

Secondo i risultati di una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Medicine e condotta da Guido Kroemer della ‘Equipe 11 Labellise’ e Ligue Contre le Cancer, di Parigi, insieme a colleghi dell’Università di Graz in Austria, una sostanza presente in molti cibi – da legumi a formaggi stagionati e cereali integrali – chiamata spermidina – allunga la vita e riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

Studi su roditori e sull’uomo
Lo studio – su topi e ratti – è stato esteso anche a 800 individui del comune di Brunico in cui il consumo di cibi ricchi di spermidina è risultato associato a minor rischio cardiovascolare e pressione alta. La spermidina non è nuova agli scienziati a caccia di un ‘elisir di lunga vita’, infatti in precedenti studi su animali più semplici (lieviti, moscerini e vermi) la molecola aveva già dimostrato i suoi effetti sulla longevità.

www.nutrieprevieni.it
... See MoreSee Less

Vedi su Facebook

Fissa il tuo primo appuntamento

Chiama o scrivi per qualsiasi informazione

Chiama il 347/8284727 Invia una mail Oppure compila il form qui sotto

 
 

Verifica

Chi sono

Studi ed esperienze professionali